Partinico. Riunione del tavolo sull’ Invaso Poma. Chiesti controlli immediati sulla rete idrica per evitare ritardi nella stagione irrigua.

95

Accelerare i controlli sullo stato delle rete di distribuzione dell’acqua dell’Invaso Poma, per programmare l’avvio della stagione irrigua in tempi certi ed evitare i gravi ritardi che si ripetono ogni anno, è stato questo uno dei temi principali trattati nel corso della riunione del tavolo tecnico sull’Invaso Poma che si è svolta ieri nella sede del Comune di Partinico.
“Durante la riunione di ieri sono state affrontate varie questioni – afferma il sindaco di Partinico Maurizio De Luca. I rappresentanti del comitato Invaso Poma hanno espresso la necessità di accelerare i controlli sullo stato della rete idrica, un passo fondamentale per evitare ritardi nella stagione irrigua. Tra le altre questioni affrontate quella sul ripristino dell’anello viario che circonda l’invaso, in modo da poter sfruttare lo splendido potenziale naturalistico di quell’area. L’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera si è espresso positivamente sulla possibilità di un intervento con Esa ed Azienda forestale. Nei prossimi giorni l’ufficio tecnico del Comune di Partinico effettuerà un primo sopralluogo per valutare lo stato dell’antica strada costruita negli anni ’60”.
“Il tavolo ha valutato le azioni da attuare nell’immediato, in particolare per ciò che riguarda i lotti sollevati, per programmare la stagione irrigua che è ormai alle porte, – afferma il consigliere comunale Salvatore Rappa, rappresentante delegato dall’amministrazione comunale al tavolo sull’Invaso Poma. Fino a quando non si rimetteranno in pressione le condotte, non si potranno individuare eventuali rotture e programmare le riparazioni necessarie per intervenire in tempi compatibili con i tempi di irrigazione”.
“Nei prossimi giorni l’ufficio tecnico del Comune effettuerà un sopralluogo per valutare, attraverso una fase di verifica del tracciato, le effettive condizioni del percorso originario dell’anello viario che circonda l’Invaso Poma, in modo da poter programmare la possibilità di un intervento con Esa, Azienda Foreste e Dipartimento Acqua e Rifiuti – conclude l’assessore ai Lavori Pubblici Mauro Lo Baido.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Scopri di più

Privacy & Cookies Policy