Partinico, Continuano a mutare gli equilibri in consiglio comunale.

516

Continuano a mutare gli equilibri in consiglio comunale.

Eletto nelle liste elettorali di Diventerà Bellissima con 186 preferenze, Francesco Lo Iacono detto Gianfranco capogruppo del movimento Diventerà bellissima ha comunicato stamane l’intenzione di lasciare il gruppo per Presidente della Regione (pare per accasarsi in quello del deputato Figuccia, in guerra con il primo cittadino a causa della non riconferma dell’Assessore uscente Bernardo Rizzo).

Voci di corridoio confermano che alla base di questa scelta da parte dell’ex ormai capogruppo ci sia la promessa strappata all’UDC di una candidatura alle prossime provinciali.

Il sistema di voto delle provinciali prevede che siano gli stessi consiglieri comunali a determinare in base ad accordi di partito la presenza o meno nelle liste e nel futuro consiglio provinciale.

Il gruppo dell’UDC a Partinico se si dovesse concretizzare questa nostra ipotesi, conterebbe a questo punto sull’apporto di tre consiglieri, il Presidente del Consiglio Comunale Dr.ssa Silvana Italiano (scelta mai realmente condivisa da parte di Lo Iacono che puntava allo scranno più alto dell’assise comunale e sempre in contrasto in questi primi mesi di legislatura con la Italiano) Salvatore D’Angelo componente su scelta della maggioranza di 2 commissioni (l’unico) e Lo Iacono appunto.

Continua quindi a Partinico la campagna acquisti dei consiglieri comunali e/o ex amministratori, in previsione delle Europee e delle Provinciali tutti affilano i coltelli. Dopo Barbici transitato dall’UDC alla Lega, dopo il duo Di Trapani/Ganguzza che hanno lasciato FdI per formare un gruppo civico, il gruppo Motisi/Landa/Governanti/Sicula (si aspettano solo i consiglieri La Tona e De Simone) passato alla corte dell’On. Saverio Romano in quota popolari e autonomisti, dopo il passaggio di Vito Giuliano a FdI, dopo il passaggio al “gruppo misto” di Eleonora Rappa, altro passaggio quindi.

Rimane a questo punto in sospeso la posizione dell’Assessore Monica Supporta (candidata in accoppiata con Lo Iacono alle scorse amministrative).Si attende di capire se anche lei seguirà Lo Iacono nell’UDC o rimarrà in DB.

Lo Iacono inoltre è stato protagonista ed elettore anche nella giornata delle primarie del PD a Partinico che ha visto trionfare Zingaretti.

La cattiva abitudine di utilizzare le liste elettorali come TAXI in funzione di non si quali mire personali non passa di moda a Partinico, anzi si rilancia alzando sempre di più l’asticella.

Come diceva un famoso detto siciliano “A Sciarra è pa Cutra”…

DI SEGUITO IL COMUNICATO STAMPA

Gianfranco Lo Iacono lascia il gruppo di Diventerà Bellissima

A dichiarare l’uscita dal movimento di Diventerà bellissima è Gianfranco Lo Iacono, consigliere comunale di Partinico.
“Grande rispetto, stima e fiducia hanno legato e legano me agli altri componenti del gruppo. Infatti la fuoriuscita dal gruppo non è assolutamente legata a questioni interne e/o umane al gruppo bensì al fatto che questo partito non è riuscito ad incidere su nessuna delle poche decisioni prese in questi, ormai, quasi nove mesi di amministrazione. Inoltre l’immobilismo che ha caratterizzato le ultime settimane ha accelerato la decisione che da tempo meditavo.
Grande è l’amarezza e grande è la sensazione di avere fallito.
La stessa questione dell’iter burocratico/amministrativo della casa di riposo è stata fallimentare, se da un lato l’idea della concessione andava nella direzione giusta dall’altro si sono sommati ritardi su ritardi tanto che si è fatto un debito fuori bilancio per non avere portato la delibera dello stanziamento delle somme a copertura del periodo fino al 31/12/2018 entro il 31/12/2018; ed inoltre non si è portata la delibera in tempi utili in modo tale da permettere la prosecuzione del servizio dopo il 28/02/2019 senza ricorrere a trattativa privata per la gestione precaria di 45 giorni.
Ho criticato fortemente chi, allo scoccare del 100mo giorno, non vedeva risultati, perché pensavo che era troppo prematuro per chiunque, ma oggi a distanza di ulteriori 150 giorni (sono passati circa 250 gg dall’inizio di questa legislatura) si può affermare senza ombra di smentita che nelle scelte della NOSTRA città è mancata una condivisione anche del movimento di Diventerà Bellissima.
Amarezza anche per il fatto che da più di 4 mesi aspetto un segnale per la piantumazione di un bosco. Il bosco sarebbe stato a costo zero in quanto il comune ha dei terreni confiscati alla mafia incolti, le piante e anche la manodopera sarebbero stati messi a disposizione dell’assessorato regionale agricoltura e foresta. Quindi non si è capito il perché ad oggi nulla si è fatto.
L’augurio che faccio alla mia città è quello che finalmente la politica, il dialogo, il confronto, la franchezza, la solidarietà e la condivisione siano pane quotidiano. Penso di interpretare con questo mio gesto sia l’amarezza e la delusione per le tante aspettative che la città aveva riposto in questa amministrazione sia la volontà di partecipazione dei cittadini partinicesi ad una crescita politica che guardi al futuro.
Partinico 05/03/2019

Lo Iacono Gianfranco

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Scopri di più

Privacy & Cookies Policy