Partinico; Pronto a partire il piano contro l’evasione fiscale.

391

A breve un protocollo di intesa Tra Comune, Guardia di Finanza ed una società di riscossione.
L’amministrazione comunale di Partinico si prepara ad avviare una strategia mirata per combattere l’evasione fiscale e recuperare le risorse necessarie al risanamento delle casse comunali. Nelle prossime settimane verrà siglato un protocollo d’intesa tra una società di riscossione, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Comune di Partinico e lo Sportello a difesa del consumatore. L’obiettivo è quello di creare una sinergia tra i tre soggetti che, attraverso l’incrocio delle banche dati, permetterà di avviare un processo di recupero dei crediti dovuti, per restituirli direttamente alla casse del Comune di Partinico.
Negli ultimi 7/8 anni infatti il comune di Partinico è riuscito a riscuotere solamente il 35% circa delle imposte.
“Il Protocollo d’Intesa rientra nell’ottica di potenziare l’azione di contrasto all’evasione fiscale a vantaggio dei cittadini che rispettano le regole e adempiono al dovere di concorrere al costo dei servizi pubblici – spiega il sindaco di Partinico Maurizio De Luca. I dipendenti comunali che si occuperanno delle ‘segnalazioni qualificate’ frequenteranno dei corsi di formazione. Vogliamo lanciare un messaggio di legalità contro l’evasione fiscale. Stiamo costruendo una politica della riscossione delle tasse che abbia al centro anche principi di equità. Lavoriamo alla creazione di un punto del contribuente che metta assieme, società di riscossione, Agenzia delle entrate, Ufficio Tributi e Sportello per la salvaguardia del contribuente in un’ unica struttura. Con questo strumento l’amministrazione intende affrontare il problema dell’evasione fiscale per ridurre il deficit, rendendo più semplice l’incrocio dei dati. Intensificando gli accertamenti con le nuove tecnologie, potremmo essere nelle condizioni di incrementare la nostra capacità di riscossione – conclude il sindaco. L’obiettivo non è quello vessare il cittadino, ma di accompagnarlo in un rapporto corretto con la pubblica amministrazione, anche attraverso percorsi mirati ”.
Il Protocollo d’Intesa avrà una validità di tre anni con possibilità di rinnovo alla scadenza, in accordo tra le parti e previa verifica dei risultati ed aggiornamento degli obiettivi.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Scopri di più

Privacy & Cookies Policy