Fratelli D’Italia riparte da Vito Giuliano, Toti Longo e Salvo Viola

180

Come Toti & Totino, riprendono per mano FdI a Partinico Toti Longo e Totino Viola. (si scherza)

Grazie al recente ingresso in FdI del consigliere Vito Giuliano, giunto al terzo cambio di casacca in poco più di 5 mesi, e con la speranza un giorno di ricoprire l’agognato posto di assessore, FdI ritorna al fianco dell’amministrazione comunale.

Qualche settimana fà infatti i due consiglieri comunali eletti nelle fila di FdI avevano lasciato per dissidi interni con la classe dirigente provinciale il partito creando un gruppo consiliare a parte, Partinico 2.0, rimanendo a sempre in maggioranza, seppur con note critiche, vedi casa di riposo.

Alle scorse amministrative FdI aveva in vano provato a candidare a sindaco prima Toti Longo stesso e poi a seguito di una spaccatura interna, l’Avv. Rosy Guida, candidata e poi nominata vicesindaco dall’allora candidata a sindaco Maria Grazia Motisi. La tornata elettorale non è stata proprio soddisfacente per il partito della Meloni, che si ritrovò orfano di candidati a poche ore dalla chiusura delle liste e che dovette accordarsi con una lista composta da UDC – FDI e la “rete civica”

Oggi riportiamo le dichiarazioni di Salvo Viola appena nominato tra i dirigenti provinciali.

“Ringrazio la dirigenza del partito per la fiducia riposta nei miei confronti, consapevole delle responsabilità e dell’impegno che tale ruolo comporta. I recenti sondaggi hanno dato dimostrazione di un consenso crescente nell’ opinione pubblica, frutto della costante presenza nel territorio e di una proposta politica seria e credibile. Insieme con l’amico dirigente Toti Longo, coordinati dal vulcanico Raoul Russo, e con i neo consigliere comunale appena transitato, siamo pronti per affrontare le prossime battaglie al fianco della deputata nazionale Carolina Varchi, nostra portavoce in Parlamento”.

“Dopo il lancio del nuovo progetto politico di Fratelli d’Italia ad Atreju voluto dal presidente Giorgia Meloni – aggiunge l’onorevole Varchi – anche in provincia di Palermo aumentano i consensi da parte degli esponenti politici e dei rappresentanti dell’associazionismo: la scelta di transitare in FdI, che ha fatto del sovranismo la propria ragione fondante, dimostra come il partito stia assumendo il ruolo di nuovo punto di riferimento per la classe dirigente e l’elettorato del centrodestra. I consensi che otterremo alle ormai prossime elezioni europee dimostreranno attraverso i numeri la nostra crescita”.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Scopri di più

Privacy & Cookies Policy