Enrico Calagna , presenta il libro sulla storia delle emittenti radiofoniche e televisive del comprensorio

144

Pionieri ma anche meteore. C’è davvero di tutto nel libro appena partorito dalla penna del giornalista partinicese Enrico Calagna: un volume unico nel suo genere che raccoglie l’ultimo quarantennio della storia dell’emittenza televisiva e radiofonica locale nel comprensorio a cavallo tra il partinicese e l’alcamese. E’ la storia delle “antenne” sorte tra Partinico, Alcamo, Borgetto, Terrasini e Montelepre.

Un libro in cui si fa cenno di realtà baluarde nell’emittenza, quando ancora le regole erano ben poche e ci si poteva anche permettere il lusso di mandare in onda film in vhs in primissima visione. Altri tempi. Alcuni imprenditori del settore sono riusciti a resistere ancora oggi nel tempo, altri sono scomparsi, altri ancora invece si sono improvvisati e seppur per un brevissimo tempo hanno lasciato il segno e fatto la storia.

Storie che sono contenute nel libro che prende il titolo di “Ricordi d’antenna” che sarà presentato domani, sabato 1 dicembre, a Montelepre alle 18 alla Torre Ventimiglia. Il volume ripercorre quarant’anni di radio e tv locali nel golfo di Castellammare attraverso la testimonianza inedita dei protagonisti. L’autore dà voce ad una generazione di personaggi di ieri e di oggi che hanno fatto  la storia radiofonica e televisiva nel territorio.

Ad essere ricostruite le vicende di chi è ancora in vita tra le emittenti e anche di quelle che non ci sono più. A queste ultime appartiene ad esempio la “Radio dei poveri cristi”, emittente clandestina fondata da Danilo Dolci il 26 marzo 1970 proprio a Partinico. Chiusa dalle autorità dopo appena 26 ore, fu la capostipite di tante iniziative analoghe in diverse parti d’Italia e innescò quel processo di cambiamento che portò nel 1976 alla fine del monopolio di Stato e al proliferare di migliaia di emittenti in tutta la Penisola.

“Il volume – spiega Enrico Calagna – contiene una ricca galleria fotografica e oltre a raccontare il gioioso passato e il difficile presente dell’emittenza locale, s’interroga sul suo incerto futuro dopo l’avvento del digitale terrestre. Raccontare questi quarant’anni non è solo un omaggio a decine di storie personali, ma è anche un contributo alla memoria collettiva delle nostre comunità e un’occasione per riflettere sul ruolo dell’informazione locale”.

Converserà con l’autore Nino Plano, uno dei protagonisti dell’emittenza negli anni ’80 a Montelepre. Altre presentazioni sono previste nel mese di gennaio a Partinico ed Alcamo.

Fonte: Partinicolive

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetto Scopri di più

Privacy & Cookies Policy